IL COACH DEI TUOI CAPELLI
Giuliani Pharma

COME SPAZZOLARE I CAPELLI

Tutte le tecniche, i consigli e i tipi di spazzola più adatti per avere capelli morbidi e lucenti.

Spazzole e pettini sono alleati non solo della bellezza, ma anche della salute dei nostri capelli. Vediamo insieme come utilizzarli al meglio. 

tecniche brushing

L’importanza del brushing

Il brushing (da brush, spazzola) è un vero e proprio gesto d’amore per la nostra chioma, che, se fatto nel modo corretto, rispetta la salute dei capelli e ne valorizza la bellezza. Non significa quindi semplicemente “pettinare” i capelli per districare i nodi.

Spazzolare i capelli non li danneggia, anzi. Spazzolandoli si distribuisce l’olio naturale del cuoio capelluto sulle lunghezze, si rimuovono le impurità, si ossigena la cute e ovviamente si districano i nodi. Per questo, attraverso il brushing si ottengono capelli sani e in ordine. Immagina che la tua chioma sia fatta di seta: quello è il livello di delicatezza da mantenere. Vediamo quindi come – e con cosa – spazzolare le diverse tipologie di capelli.

Brushing capelli lisci e fini

Lo strumento ottimale è un pettine doppio, con denti più larghi per districare i nodi e più fitti per perfezionare le ciocche. Se hai molti nodi, inizia a pettinare partendo dalle punte. Poi, inclina la testa in avanti in modo da simulare la caduta naturale e dividi i capelli in grandi ciocche, che seguirai dalla radice fino alle punte. Prima puoi applicare un prodotto riequilibrante sul cuoio capelluto e massaggiare la testa sollevando le radici con le dita.

Brushing capelli mossi e spessi

Per capelli mossi con la tendenza a diventare crespi o elettrici, meglio evitare spazzole e pettini di plastica e preferire pettini di legno e spazzole in fibra naturale. Spazzola i capelli con delicatezza prima di lavarli per eliminare quanto più possibile i nodi (da bagnati sono più fragili). Per un look naturale, e soltanto dopo aver eliminato tutti i grovigli, aiutati con l’asciugacapelli e una spazzola tonda, cercando di seguire la caduta naturale.

Brushing capelli ricci tendenti al crespo

Scegli un pettine a denti molto larghi e districa i capelli da bagnati, dopo aver applicato un balsamo molto nutriente. Dopodiché, utilizza le mani per dare forma ai ricci e non toccarli più fino a quando non saranno asciutti. È sconsigliabile spazzolare o pettinare i capelli ricci da asciutti, perché sono più fragili di quelli lisci e si rischia di distruggere il loro pattern naturale.

Brushing capelli lunghi e molto lunghi

Sarebbe preferibile spazzolarli due volte al giorno, mattina e sera, con spazzole ad azione districante del tipo “a racchetta”. È fondamentale iniziare dalle punte per non applicare eccessivo stress sulle radici, per poi man mano risalire e infine dare gli ultimi colpi dalla cima fino in fondo alle lunghezze.

Brushing capelli corti e pixie-cut

Può essere utile spazzolare in diverse direzioni, dal centro verso i lati e dal basso verso l’alto fino a ottenere il look desiderato. Il brushing è più facile con pettini dai denti sottili, perfetti anche per distribuire gel e prodotti di styling. Per rimuovere il prodotto puoi utilizzare una spazzola a setole morbide prima di lavarli la volta successiva.

Scrivi un commento