INTEGRATORI BIOSCALIN NOVA•GENINA E ATTIVATORE CAPILLARE A CONFRONTO

Integratore alimentare o trattamento topico? Scopriamo insieme cosa è meglio per te.

Sia sul sito che sui canali social Bioscalin® ci vengono spesso poste domande in merito alle differenze tra trattamenti topici, come l’Attivatore Capillare, e gli integratori alimentari come Bioscalin NOVA•Genina. Per fare chiarezza, abbiamo quindi deciso di metterli a confronto.

integratori nova genina e attivatore capillare a confronto

Cos’hanno in comune

Iniziamo prima di tutto col dire che entrambi i prodotti sono adatti sia gli uomini che alle donne, senza distinzioni. Entrambi sono utili in caso di caduta e indebolimento dei capelli che si verificano il più delle volte in concomitanza dei cambi di stagione, ma anche in seguito ad altre situazioni causate da stress, da una dieta sregolata o da un’eccessiva esposizione solare. Ciò che li distingue sono le formule e – ovviamente – le modalità di utilizzo.

Caratteristiche specifiche dell’integratore

Gli integratori Bioscalin® NOVA•Genina hanno una formula all’avanguardia, che unisce attivi naturali appositamente selezionati per l’elevato potere nutriente e antiossidante. L’esclusiva tecnologia brevettata Extended Release assicura il loro assorbimento ottimale e, di conseguenza, la massima efficacia. I test clinici rivelano che dopo soli 15 giorni di trattamento il 75% dei capelli risulta più forte*. Gli integratori, sia in compresse che in bustine si assumono 1 volta al giorno (meglio al mattino o al pasto principale). Consigliabile l’assunzione per 3 mesi e in caso di bisogno anche più cicli durante l’anno.

Caratteristiche specifiche del trattamento topico

Bioscalin® Attivatore Capillare è un trattamento topico, quindi che agisce a partire dalla cute. Si tratta anche in questo caso di un prodotto all’avanguardia con un brevetto mondiale derivato dopo un’incredibile scoperta scientifica da parte della ricerca Giuliani: il ruolo della proteina SFRP1 presente nel bulbo pilifero, responsabile di inibire e di frenare la crescita dei capelli. I ricercatori Giuliani hanno quindi brevettato una molecola anticaduta di ultima generazione capace di svolgere un’azione diretta su questa proteina, frenando la caduta dei capelli e favorendo la fase di crescita. La modalità d’uso è molto semplice: basta 1 sola applicazione a settimana, sul cuoio capelluto asciutto o umido dopo aver lavato i capelli. Il trattamento consigliato è di tre mesi. Per saperne di più puoi leggere anche questo articolo.

Si possono usare insieme?

Anche se entrambi i prodotti sono studiati per essere efficaci utilizzati singolarmente, può essere utile associarli per ottenere un’azione più completa: in questo modo si agisce sia dall’esterno, direttamente sul bulbo, che dall’interno facendo arrivare nutrienti utili al capello.

*Studio clinico

TROVA IL PRODOTTO PIÙ ADATTO A TE

Commenti
  • Sylvia Rivera

    Da più di 20 anni uso Bioscalin integratore con ottimi risultati. Adesso sto facendo chemioterapia e fortunatamente non ho perso tutti capelli ma si sono diradati di molto. Da un mese utilizzo Bioscalin Attivatore e forse perdo meno capelli. Vorrei sapere quanti giorni dopo l’applicazione bisogna aspettare per lavarmi i capelli. Da 2 anni utilizzo Shampoo e Balsamo Trico- Age. Grazie per i Vs ottimi prodotti.

    29/11/2021
Scrivi un commento